La paraffinoterapia si basa sull’impiego terapeutico della paraffina riscaldata. Con questa tecnica si attua una termoterapia per conduzione. La paraffina è una sostanza di colore bianco in forma simile alla cera. E’ formata da idrocarburi solidi ricavati dalla distillazione del petrolio. Solida nel suo aspetto naturale, la paraffina fonde alla temperatura di circa 53°C.

Gli effetti biologici della paraffinoterapia sono sia di tipo termico che meccanico.

Effetto termico. La paraffina riscaldata applicata sulla cute cede calore per conduzione e svolge un’efficace azione termica. Lo strato di paraffina a contatto con la cute si raffredda e solidifica; tale strato isola la superficie cutanea dagli strati ancora caldi e permette di tollerare temperature elevate di paraffina.

Effetto meccanico. La paraffina, raffreddandosi e solidificandosi, si restringe sul segmento corporeo ed esercita un’azione costrittiva sulle parti molli. Si realizza in tal modo un’efficace azione di riduzione di edemi.

La paraffinoterapia è uno dei metodi più efficaci per alleviare il dolore, è veloce e piacevolissima e necessita di un’apparecchiatura poco ingombrante. Il bagno consiste nell’immersione della mano, del gomito o del piede nel recipiente contenente la paraffina fusa. E’ possibile, in alternativa, spalmare la paraffina sulla zona da trattare con un pennello, fino a formare uno strato spesso, quindi avvolgerlo in un sacchetto di plastica e un panno.

La parte da trattare viene immersa ed estratta più volte, fino a formare un guanto di paraffina dello spessore di qualche centimetro. Un numero di 15 immersioni, ad esempio, aumentano il beneficio del sollievo dal dolore (il calore dura tanto più a lungo quanto più cresce il numero degli strati di paraffina applicati).

La mano, il gomito o il piede vengono, quindi, coperti con un sacchetto di plastica e una benda o panno morbido per prolungare l’effetto di riscaldamento. Dopo circa 20 minuti la paraffina viene tolta. Per un efficace trattamento, solitamente, si eseguono cicli di 5/10 sedute consecutive.

Indicazioni terapeutiche

Questa forma di terapia viene utilizzata per:

  • ridurre gli edemi post traumatici;
  • attenuare la rigidità articolare;
  • alleviare i dolori artritici cronici;
  • aumentare l’arco di movimento;
  • rilassare le articolazioni, i muscoli e i tessuti molli;
  • ottenere un efficace riscaldamento prima di iniziare gli esercizi o le attività della vita quotidiana;
  • aumentare la circolazione del sangue;
  • curare ragadi sul tallone e sulle mani.