La Tecarterapia® (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo) è una tecnica che si basa sulla stimolazione ed il potenziamento delle capacità riparative dei tessuti. La Tecar è infatti uno strumento di notevole efficacia nel trattamento precoce di patologie dovute a eventi traumatici o problemi infiammatori, esercitando un’azione antidolorifica e curativa, capace di accelerare la naturale reazione riparativa e antinfiammatoria che l’organismo stesso metterebbe in atto, in tempi molto più lunghi. Il paziente avverte immediatamente un sollievo dal dolore che si traduce, in pratica, in una guarigione più rapida.

La stimolazione dei tessuti produce già dalla prima applicazione una sensibile diminuzione del dolore, incrementa la circolazione sanguigna, aumenta la tensione di ossigeno nella zona trattata, genera una vasodilatazione, riduce le contratture muscolari, facilita il riassorbimento degli edemi.

La Tecarterapia® è in grado di trattare con efficacia e in tempi brevi le patologie riguardanti ginocchio, spalla, anca, caviglia, colonna vertebrale, mani e muscoli, come pure le patologie dolorose infiammatorie osteoarticolari e muscolari quali artrosi, lombalgie e sciatalgie. Infatti, in funzione della problematica da trattare, l’azione può essere prevalentemente mirata alle fasce muscolari, al sistema circolatorio e linfatico, o si può esercitare più in profondità e dunque su tendini, articolazioni, legamenti, cartilagini e tessuto osseo.

Ogni seduta di Tecarterapia® ha una durata media di 20-30 minuti e, in genere, per un ciclo completo di cura, sono necessarie da 5 a 10 sedute.

A differenza di altre terapie la Tecar® non irradia energia dall’esterno, come avviene con la laserterapia, magnetoterapia, elettroterapia o gli ultrasuoni, ma utilizza l’energia endogena del soggetto. In questo modo è possibile interessare anche strati profondi del corpo, non trattabili con trasferimenti esterni di energia per i danni alla cute causati dalle energie emesse. Inoltre è possibile trattare in modo omogeneo un distretto selezionato del corpo.

Gli effetti biologici prodotti a livello dei tessuti dalla Tecarterapia® sono sostanzialmente tre: incremento del microcircolo, vasodilatazione, incremento della temperatura interna. Gli effetti sono, in funzione del livello energetico adoperato, cioè a basso, medio o alto livello: un aumento dell’attività metabolica con aumento della produzione di ATP (e quindi una velocizzazione della riparazione), un aumento della circolazione ematica e del drenaggio linfatico (e quindi una migliore ossigenazione dei tessuti e il riassorbimento degli edemi), un aumento della temperatura endogena.

La scelta del livello di trasferimento energetico a cui lavorare dipende dall’effetto che si desidera ottenere dalla patologia e dall’obiettivo terapeutico. Per ottenere una diminuzione del dolore, ossia un effetto sedativo-antalgico, bisognerà lavorare a livelli di potenza bassi, in atermia, come pure se la zona si presenta infiammata e gonfia per la presenza di un edema, per aumentare il flusso emolinfatico favorendo il processo di riassorbimento ed una più rapida risoluzione. Lavorando ad alti livelli energetici si ottiene, invece, un miglioramento del trofismo muscolare e un rilassamento dei muscoli contratti dovuti all’aumento della vasodilatazione sia superficiale sia profonda.

Fisioterapia e riabilitazione

L’eliminazione del dolore percepito dal paziente sin dalle prime sedute facilita e rende più efficaci le successive manovre riabilitative, che sono attuate su muscoli e tendini già liberati dalla cosiddetta contrattura antalgica. La diminuzione del dolore permette di spingere in profondità il massaggio e eventualmente associare tecniche di mobilizzazione, ottenendo risultati più rapidi e più stabili. Inoltre, la continua stimolazione energetica, porta a una riduzione ulteriore dei tempi di recupero.

Il suo impiego è quindi molto utile nelle terapie riabilitative per il recupero di distorsioni, lesioni tendinee, tendiniti, borsiti, esiti di traumi ossei e legamentosi, distrazioni osteoarticolari acute e recidivanti, artralgie croniche di varia eziologia, nelle patologie muscolo scheletriche come contratture, stiramenti e strappi muscolari, miositi, patologie a carico delle capsule articolari, processi artrosici, lombalgie e sciatalgie, come indubbia è la sua utilità nei programmi riabilitativi post chirurgici, in particolare dopo interventi di artroprotesi.

Fisioterapia e riabilitazione

Con la Tecarterapia® non si registrano effetti collaterali. Alcune precauzioni devono essere prese nei soggetti portatori di pacemaker, nelle persone insensibili alla temperatura e nelle donne in gravidanza.

Tutta la fase operativa del trattamento è eseguita manualmente, quasi come un massaggio. Non servono strumentazioni automatiche di controllo o misuratori elettronici in quanto si tratta di una terapia fisica naturale. Una volta valutata l’area da trattare e la sensibilità del paziente, la terapia è eseguita in modo semplice e sicuro.

Può inoltre essere utilizzata anche in presenza di mezzi di sintesi (protesi metalliche di anca, ginocchio, spalla) cosa non possibile con altre terapie, come le correnti, o gli ultrasuoni, che invece creano un surriscaldamento delle strutture protesiche.